Pentìti senza nettàre

dall’alveare un sibilo
si estende verso noi.

Brusio il se, il come, e il quando,
e il forse che abbracciammo.

Ronzio dall’eco immobile
sotto la mano ingenua.

Chi tieni nel tuo palmo
un dì ti schiaccerà.

post

Annunci