di Ghawar Lac Mbeb Smith

Maledetta sincerità oberata d’impegni
fiacca come mezza luna, sapida
come carne, la tua, che ho venduto per poco
nuovo giuda senza danari.
Male è rimpiangere le proprie
azioni, favole raccontano i saggi
e l’orecchio non presto
alla vana chiacchera morbida
come cresta d’un gallo.
Malanimo in dote ti han dato
genitori senza pretese,
esigenti imprese e torbide
acque dove annegare.
Malsana la voce che ti tenne
vicino ai miei piedi,
carezzati da capelli unti d’umiltà
catene che sciolti i lacci del destino
diventarono serpi su lisci muri.

Annunci