Ghiera di sabbia su cui dormire
il quadrare di pensieri che si litigano
le ore insieme, le spalle appese
alla rabbia, ghiaia da inghiottire.

Sonno forzato gioca d’anticipo
sui giorni affollati del vuoto

se l’essere vive del fare
sono nulla
se l’anima vive del corpo
son resina.

Manca al sole la luce chiara
al fianco la spina torta
alla bocca il fiato
al passo il peso
a ghawar il volto

non resta che imparare.

francis bacon

francis bacon

Annunci