Aintru is intrainas mi bivvidi una buriana
imboddiada no baddat, ma dha intendu
una boxi spappada bròtada in sa brenti
sbertulat, sciabòriada, in scivedhas de prantu
in bottus de arrisu.

Sa boxi bìrdia: seu crismera de fuedhus
ziminera sbraxiada, àina scarescia.

Mi sparzinat su coru
scarrafiendi s’arrexioni
sighendi una lingua, cicca gureu in prazza
non biu s’imbidriu, non liu divantalis
abarru attontiada accant’is aristas spibionadas.
E’ bentu de beccesa, narant
E’ tempu de bivesa zerriat sa buriana
Abarru frimma
mazziendi giarra
po’ no pappai arena

Traduzione italiana:

Ho dentro le viscere un vento di tempesta
avvolto non balla, ma lo sento
voce mangiata, mi
sgorga nel ventre
schiaffeggia, scialba, in vasi di pianto
in barattoli di risa.

la voce matrigna: “son scatola sacra di parola
camino senza brace, arnese dimenticato”.
Mi divide il cuore
graffiando la ragione
seguendo una lingua, cerca cardi in piazza
non vedo il vetro, non prendo grembiuli
resto intontita vicino le spighe vuote
E’ vento di vecchiaia dicono
E’ tempo di vivere dice il vento
resto ferma
mastico sassi
per non mangiare sabbia

Annunci