C’è tanta ma tanta di quella gente che conosce una canzone che fa “hakuna matata! ed è quasi poesia” o qualcosa così che forse siamo rimasti in due in tutta la parte ricca ed egoista del pianeta a non conoscerla. L’altro è un bambino di un mese non ancora devastato da Walt Disney. So che voi tutti la conoscete ma io non sapevo neanche che esistesse il re leone, questo cartone animato che ti fa rimpiangere di avere una memoria a breve termine. Che poi tutto questo successo per cosa? Ma questi sono i cartoni che fate vedere ai vostri poveri figlioli? Con tutto il rischio che c’è delle immagini subliminali (digitate san Giorgio+subliminale su google e poi vediamo chi è il paranoico… oddio non è che i sangiorgisti in questione siano particolarmente scientifici, troppa malizia, sembra)? E poi la storia. Dio mio. Un leoncino allegro con uno zio tossico e un padre severo che fine poteva fare? Poteva solo finire mangiare scarafaggi e a cantare hakuna matata.
A proposito di scarafaggi, ho finito buono da mangiare di Marvin Harris (sono un poco indietro, lo so) e adesso mi disgusta il latte. Il fatto è che non mi faceva granché senso che fosse la secrezione di una ghiandola. Prima che la mettessero così, nero su bianco. Lattofilo, bevi secrezioni. Secrezione a chi scusa? Ecco io lo bevevo come l’acqua, freddo, certo della sua provenienza (cioè il supermercato) senza preoccuparmi. Ora non so. In Cina non lo bevono. Gli fa schifo. Tutta colpa del fatto che allevavano meglio i maiali ed il maiale non produce abbastanza latte per la prole figuriamoci per una catena di supermercati.
Ho aperto il frigo ed ho visto l’aglio. Mi son detto: se non sai da dove viene l’aglio siamo messi male. Ma vi giuro, lo sapevo, il problema è che mi vengono questi vuoti che insomma pensavo: allora… sugli alberi, no, allora per terra, ma dove? e poi mi è venuto in mente che anche le cipolle, come le patate d’inverno e anche l’aglio, stanno tutti li ad aspettare, al calduccio, con tanto di reticella plastificata ed etichetta, che venga il tipo del supermercato per portarli via. Manca solo il prezzo.

foto Andrea Giacobbe

Annunci