Non so se mi capite.
Dicono capita, ma si dicono tante cose. Io non lo so se capita a tutti.
Vedi certa gente, normale e ben vestita e tutto quanto che sembra non gli capiti mai nulla. Allora ti chiedi se non c’entri il carattere, se non esista la sfiga.
Anche se a volte, ti accorgi che dietro la facciata pulita, allegra, il palazzo cade a pezzi.
Ma le crepe si scorgono per un attimo.
Dopo non ti resta che ammirare gli stucchi.
Non è che chiedi. Per carità. Il pudore è come la fogna. Utile, essenziale, ma non è che profumi. Che quando uno si vergogna quasi è meglio. Della vergogna te ne sbarazzi in fretta. Del pudore, no. Resta attaccato addosso, è peggio della dignità.
Guai a chi la tocca, la dignità. Che la scambiano, la mettono sul piedistallo, ma alla fine se ci pensi bene, la dignità è sottile, è come un filo, come una mantella trasparente.
Il pudore è una cappa invece, una coltre spessa.
Ma la dignità è gentile, non infastidisce, quasi fa compagnia. Il pudore invece ha le mani lunghe e fruga, tocca, è uno zozzone.
Ma non è che mi capiti tutti i giorni. Oddio, ultimamente spesso. Non so che farci. Potessi parlarne, potessi sfogarmi. Ed infatti ho pensato, è un problema di comunicabilità. Ma anche di empatia, penso. Assorbi che ti assorbi finisci per esser zuppo. Magari ti si asciuga il vicino. Ti spareresti il piede, dopo. Magari ci fosse un’altra spugna vicino, un passare la palla che fa il giro, si smorza, finisce. Invece ci sono le spugne e ci sono i muri di gomma, il granito, i buchi. Non ti aiutano. Ascoltano. Ma lo vedi che stanno pensando ad altro. Una cena. Il cinema. La gnocca.
A te si forma un groppo in gola.
Un nodo fatto di frasi e immagini e pensieri che non scende, che non sale, che sputarlo è come raschiare via un pezzo che serve e devi aspettare che passi.
Non so se mi capite, non so se mi son spiegato.
Ma a volte mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano, mi girano…

Annunci