febbraio 07

Mi ha svegliato il vicino.
Alle 5 e mezza del mattino.
Ho dormito quattro ore.
Cantava “since I don’t have you” come un dannato.
Ho pensato
ma che li chiamo a fare i carabinieri.
Che sta male lo sappiamo tutti.
Fingiamo il contrario.
Siamo politicamente corretti.
Siamo il nuovo tipo di menefreghismo,
l’indifferenza.
Siamo il nocciolo duro e puro della società dei consumi.
Il vicino ti ha svegliato con delle urla subumane?
Che fai t’ arrabbi?
Ma che fai? Vuoi andarci a parlare?
Chiami il 112?
Ma ragazzo mio, puoi fare molto di più, senza
ledere la sua graziosa privacy.
Puoi comprare:
-una camomilla biologica (fiorellini accuratamente selezionati
dall’unica zolla di terra priva di cromo esavalente d’Italia,
da un fattore rumeno trasferitosi in Abruzzo, laureato in scienze motorie,
natatorie, riflessologia e plantare)
-le finestre isolanti (“per il piccolo prestito concesso hai tre e dico tre
ore… scherzo signò… ma che fa? Mi sviene?)
-il sonnifero isolante (“controindicazioni: insonnia, ansia,
tremori, stupore… coma”? ho letto coma?)
-un cuscino isolante (esiste)
-tappi isolanti (silicone-cotone-cera-gomma-gommapiuma-
esterni-interni-ipoallergenici-colorati-allamentafragolabicoccamango?)

Ma chi non risica non rosica.
E poi tutta questa indifferenza intristisce.
Facciamola grossa:
Un bel viaggio nelle isole Caribe e
me lo levo dai coglioni per due settimane.
Non mangio, ma dormo.

Annunci